Rimini: un modello inimitabile

Rimini capitale del turismo balneare

La località di Rimini si trova geograficamente a 6 km da Riccione e queste 2 singole località, da sole, raccolgono gran parte del turismo della costa dell'Emilia Romagna.

Navigare Facile

Rimini è da tempo meta stagionale per centinaia di migliaia di turisti che, oltre alla spiaggia ed ai comfort che vi si trovano, sono alla ricerca di tanti svaghi come discoteche, locali, concerti, parchi giochi, ed eventi come la famosa 'notte rosa'.

L' ampia spiaggia di Rimini,costituita da sabbia fine, si allunga per diversi chilometri creando un' unica linea con le altre località della Riviera Romagnola. La spiaggia ed il lungomare sono un susseguirsi di alberghi, pensioni, ristoranti, locali.....Oggi il lido è accuratamente attrezzato con giochi e attrattive per bambini e per ragazzi ed è gestito in modo tale da assicurare la presenza di un bagnino di salvataggio ogni 150 metri per una balneazione di adulti e bambini in tutta sicurezza.

L'immagine predominante della località romagnola è incentrata sul forte sviluppo balneare e questo aspetto ha offuscato l'importante lato storico ed artistico che comunque Rimini ha da offrire. Infatti, a pochi chilometri dalla costa, l'entroterra riminese, che faceva parte dell'antica signoria dei Malatesta, presenta scenari poco conosciuti e poco frequentati . Dall'epoca dei Romani fino al Medioevo, Rimini ha sempre avuto un ruolo importante nella storia d'Italia. L'arco d'Augusto ed il ponte di Tiberio sono le testimonianze più importanti del periodo romano della antica Arimimun. L'ultimo sito archeologico,da poco aperto al pubblico e d' importanza storica mondiale, è la domus del chirurgo.

Food

Al di là degli ombrelloni e delle discoteche, una visione intima, privata e profonda di Rimini è riuscito a trasmettercela uno dei più grandi registi di tutti i tempi: Federico Fellini.

Per ripercorrere le principali tappe dello sviluppo economico di Rimini, non si può che iniziare dall'inaugurazione del primo stabilimento balneare , avvenuto il 30 luglio del 1843.

Dopo essere stata completamente distrutta dai bombardamenti nel corso della Seconda Guerra Mondiale, Rimini in breve tempo fu ricostruita solo firmando cambiali, in quanto non c'era denaro: nel 1949 nasce la Fiera, nel 1968 la Cooperativa "Promozione alberghiera" e nel 1971 la prestigiosa "Scuola di studi turistici" dell'Università di Bologna.

Negli anni '20 e '30 Rimini era frequentata solo da borghesi ed aristocratici che la sera,al Grand Hotel, cenavano con lo smoking mentre,nei decenni successivi, diventa un modello di turismo che farà scuola in tutto il mondo. Dal 1901 al 2003 gli alberghi sono passati da sette a 1146 di cui 281 annuali e le giornate di presenza dei turisti sono passate da 74 mila ad oltre 7 milioni. L'antica "Ariminum" romana diventa pertanto la capitale del turismo in Europa, con innumerevoli tentativi d'imitazione.